Visita Comportamentale


Quali sono i problemi legati al comportamento che richiedono una consulenza comportamentale?
Possono essere molteplici. Ecco alcuni esempi:
  • aggressività verso le persone o verso altri animali;
  • vocalizzazioni eccessive;
  • problemi legati alla separazione dai proprietari;
  • distruzioni;
  • paure (di rumori, temporali, fuochi d'artificio, persone, altri animali...);
  • eliminazioni inappropriate;
  • presenza di comportamenti ripetitivi;
  • ingestione di materiali non idonei;
  • leccamento eccessivo di parti del corpo;
  • iperattività;
  • altro...

In quali altre sitazioni può essere richiesta una consulenza comportamentale?
  • prima dell'adozione di un nuovo animale da compagnia;
  • dopo l'adozione di un cucciolo/gattino;
  • prima della nascita di un bambino;
  • perizie veterinarie in ambito comportamentale.
 
Come prepararsi alla visita:
Per fare in modo che la visita comportamentale venga svolta nel migliore dei modi è bene seguire alcuni accorgimenti:
  • Avere a disposizione tutta la documentazione medica dell’animale (ad es. libretto sanitario, referti di visite ed esami precedenti…).
  • Compilare i questionari quando richiesti.
  • E' consigliabile annotarsi su un diario gli avvenimenti successi e quelli futuri per avere una più chiara cronologia degli eventi, dei progressi o delle ricadute. 
  • È  bene che siano presenti l’animale, i membri della famiglia che sono più a contatto con lui/lei e quelli che eventualmente hanno problemi con lui/lei (se sono interessati).
  • Se il problema riguarda la convivenza con un altro cane o gatto è bene che sia presente anche quest’ultimo.
  • Avere a disposizione un video e/o foto del comportamento problematico dell’animale che aiuterà nella comprensione del problema.
  • Avere a disposizione qualche premio in cibo e/o gioco preferito dall'animale.
  • Per le visite in ambulatorio è necessario avere anche foto o video  dell’ambiente di vita dell'animale.
  • Avvertire se l'animale manifesta comportamenti aggressivi nei confronti di persone estranee, in tal caso verranno decise insieme adeguate misure di protezione durante lo svolgimento della visita.

In che modo si svolge una visita comportamentale?
Le visite si svolgono previo appuntamento presso ambulatori veterinari convenzionati o presso il domicilio del cliente. L'area coperta dal servizio comprende le province di Reggio Emilia, Parma, Modena e zona a sud di Mantova.
La durata delle visite è di 1 ora e mezza / 2 ore.

Durante la visita viene analizzata accuratamente la storia dell'animale sia dal punto di vista comportamentale che medico. Si esegue un'osservazione diretta dell'animale e vengono rivolte ai proprietari diverse domande riguardanti il suo comportamento, la sua vita, lo stile di vita della famiglia con cui vive, le posture e tutte le informazioni necessarie per poter arrivare ad una diagnosi.
Per poter escludere una patologia organica possono rendersi necessari ulteriori approfondimenti diagnostici (ad esempio esami del sangue, altre visite specialistiche...).
Viene quindi formulata una diagnosi, vengono fornite indicazioni sulla gestione dell'animale ed infine discusso un piano terapeutico / percorso riabilitativo.
A questo punto possono entrare in gioco anche altre figure professionali quali educatori ed istruttori cinofili che potranno seguire il cliente ed il suo animale durante il percorso in sinergia con il veterinario comportamentalista.
Nei periodi successivi possono rendersi necessarie visite di controllo.